A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ _The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours | of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) France, Union Communiste Libertaire UCL - Comunicato stampa: Covid-19 nell'educazione: cacofonia e pericolo (en, fr, pt)[traduzione automatica]

Date Mon, 23 Mar 2020 08:32:42 +0200


Un ministro che dice al mattino che le scuolenon" chiuderanno" mai ... e un presidente della Repubblica che annuncia il contrario la stessa sera. Questo è quello che è successo il 12 marzo. ---- E questo dice molto sul grado di preparazione delle autorità amministrative della National Education, con ciò che significa in termini di pericolo ! ---- Il ministro autoritario Jean-Michel Blanquer aveva deciso di farlo: le scuole non si sarebbero chiuse. ---- Macron ha annunciato giovedì l'opposto per lunedì 16 marzo. Per tre giorni, ordini e contro-ordini si sono susseguiti, lasciando il personale in completa incertezza fino all'ultimo momento. ---- A partire da lunedì, alcuni non sapevano ancora se dovevano andare nei loro stabilimenti. Ancora una volta lunedì, i dirigenti scolastici zelanti hanno esercitato pressioni su personale, insegnanti, manutenzione, accoglienza, vita scolastica in modo che fossero "al loro posto" al mattino, sfidando il pericolo che ora rappresenta tutti i contatti in uno spazio chiuso.

Diverse organizzazioni sindacali hanno reagito, fortemente, per imporre che il personale non sia in pericolo e, se necessario, li hanno chiamati per far valere il loro diritto di recesso.

L'unica certezza riguardava gli studenti che non dovevano frequentare scuole e istituti.

Con l'eccezione dei figli degli operatori sanitari, che sono in prima linea nell'epidemia e di cui è logico e necessario occuparsi di tutte le misure di protezione necessarie per gli studenti e il personale responsabile questo benvenuto.

Qualsiasi richiesta di personale che si verificherebbe senza garantire condizioni di sicurezza metterebbe in pericolo sia il personale sia gli studenti e i loro genitori !

Vi è anche una grave incertezza tra gli istituti e le accademie e la buona volontà dei capi degli istituti, su ciò che gli studenti dei licantri professionali (principalmente delle classi inferiori) devono chiamare per unirsi ai loro posti di tirocinio in un'azienda.

Mentre uno dei motivi - giustificati - per la chiusura delle scuole è il rischio che gli studenti siano, come portatori, portatori sani di contagio nonostante loro stessi e loro, è sorprendente vederlo nella frenesia di adattarsi al "Mondo aziendale" lo si può immaginare. Chiediamo al personale dei licenziatari professionali di chiedere che gli studenti, nei programmi di studio del lavoro o nella formazione iniziale, siano immediatamente esenti dai loro periodi di presenza in un'azienda e restino a casa.

Più in generale, per l'Unione comunista libertaria, il personale e gli studenti devono essere riparati, rimanere a casa e a casa e organizzarsi al meglio per la trasmissione di lezioni e / o consigli di lettura e di attività, senza pressione gerarchica di alcun tipo.

Per quanto riguarda le lezioni a casa, poiché l'accesso ai computer non è garantito a tutti, nessuno dovrebbe essere penalizzato per l'impossibilità di seguire i corsi. Altrimenti, sarebbero i bambini delle classi lavoratrici a sostenere il peso maggiore dell'epidemia.

Tutte le riunioni fisiche devono essere annullate, per tutte le categorie di personale. Tutti i consigli di classe, tutti gli esami devono essere annullati del tutto: è ovvio che in una situazione così eccezionale non si può prevedere nulla e che l '"imperativo di valutazione" è completamente minore. Chiediamo già un "anno bianco" e garantiamo il passaggio automatico al prossimo anno di formazione per tutti.

La massima priorità è la situazione sanitaria e l'aiuto reciproco che possiamo fornire.

Invitiamo il personale a coordinarsi collettivamente per ottenere le garanzie di sicurezza che le direzioni e il dipartimento dovrebbero avere come priorità.

Unione comunista libertaria, 18 marzo 2020

https://www.unioncommunistelibertaire.org/?Covid-19-dans-l-education-cacophonie-et-mise-en-danger
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center