A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ _The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours | of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022 | of 2023 | of 2024

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) Italy, Sicilia Libertaria: NO MUOS - Palestina, Sigonella e i miracoli elettromagnetici (ca, de, en, pt, tr)[traduzione automatica]

Date Thu, 13 Jun 2024 09:04:10 +0300


Ininterrottamente impegnato sul piano delle guerre in corso, il Movimento NO MUOS ha preso parte a tutte le iniziative, in particolare quelle contro il genocidio del popolo palestinese, incrociatesi con il 25 aprile. A Palermo importante è stata l'assemblea con i lavoratori del trasporto locale, organizzata da Cobas autoferrotramvieri e Assemblea No Guerra; molto partecipata dai lavoratori, è stata l'occasione per diffondere controinformazione sul coinvolgimento dell'Italia e della Sicilia nei conflitti in corso e come anche la città sia direttamente invischiata nelle guerre, con le commissioni militari al Cantiere Navale e con lo stabilimento di Leonardo SpA nel quartiere della Guadagna. Far conoscere che Palermo è sede di presidi di morte è stato importante perché queste realtà sono state accuratamente mimetizzate nel tempo.

L'arresto di Luigi Spera e le restrizioni alla libertà di movimento ad una compagna, entrambi di Antudo, sono strettamente collegati alla presenza di Leonardo, contro cui due anni fa è stato compiuto un atto meramente dimostrativo di cui sono accusati i due compagni, azione tendente, in quel preciso momento, a denunciare l'aggressione genocidaria della Turchia al popolo curdo, con armamento italiano. E' in atto una campagna per la liberazione di Luigi e per l'eliminazione delle restrizioni alla compagna.

Anche a Catania grande attivismo, con linea dura della polizia verso gli studenti, un 25 aprile molto caldo, caratterizzato dal rigetto delle celebrazioni ufficiali per mettere in risalto i fascismi di oggi, quelli che mietono vittime innocenti nelle guerre in corso, Gaza e Ucraina in testa.

A Ragusa si è costituita a fine aprile, ad opera di individualità di diversa estrazione politica, l'Assemblea No Guerre sulla base di tre parole d'ordine: disarmo, diserzione, disobbedienza; la sua prima uscita è stata durante il "Primo Maggio contro tutte le guerre" organizzato dal Gruppo anarchico, con, tra gli altri, l'intervento di Antonio Mazzeo. Lo stesso Mazzeo la sera prima a Modica, presso la Galleria Laveronica, ha presentato il libro "La scuola va alla guerra - La militarizzazione dell'istruzione in Italia".

Una notizia che ci riguarda: il governo Meloni il 30 aprile ha fatto uno dei suoi miracoli a difesa della salute dei cittadini, innalzando il limite d'emissione elettromagnetica dalla media cautelativa dei 6 V/m, a 15 V/m. Un'operazione a tutela delle aziende del 5G e di tutti gli operatori della telefonia, ma anche delle strutture militari di telecomunicazioni, come il MUOS di Niscemi.

Registriamo, rispetto ad un provvedimento passato sotto tono e uscito nel bel mezzo di un ponte vacanziero, la dura presa di posizione di 8 comuni liguri, che hanno emesso "ordinanze contingibili ed urgenti" per mantenere sul territorio comunale amministrato il limite d'emissione elettromagnetica nella media cautelativa dei 6 V/m. Sono tutti municipi dell'area metropolitana di Genova: Lavagna, Cogorno, Leivi, Ne, Rapallo, Santa Margherita Ligure, Sestri Levante e Pieve Ligure; qui, a tutela della salute dei propri concittadini, i sindaci hanno vietato "qualsivoglia aumento dei limiti dei campi elettromagnetici". Una scelta coraggiosa che andrebbe fatta conoscere ed esportata in tutta Italia.

Il 5 maggio si è intanto svolta a Sigonella la manifestazione regionale "Fermiamo il genocidio del popolo palestinese - Cessate il fuoco immediato e definitivo - Smilitarizziamo Sigonella! Boicottiamo Israele! - Fuori l'Italia dalla NATO! Fuori la guerra dalla storia!". Il corteo, cui hanno aderito numerose realtà regioni di solidarietà alla Palestina, il Movimento NO MUOS, sindacati di base e organismi antimilitaristi, ha posto per l'ennesima volta al centro dell'attenzione il ruolo centrale delle basi USA e NATO in Sicilia nelle guerre in corso: "La Sicilia è sempre più coinvolta nella spirale di guerra: dal novembre scorso decollano dalla base di Sigonella i droni Global Hawk e da qualche settimana i TRITON per operazioni d'intelligence e sorveglianza sull'intero Medio Oriente, come pure gli aerei pattugliatori P8 Poseidon, mentre gli aerei cargo Globe Master continuano a trasferire armi e munizioni dagli USA (via Ramstein, Germania) fino alla base aerea israeliana di Nevatim, nel deserto del Negev. Inoltre i porti di Augusta e Catania sono stati coinvolti nelle esercitazioni Nato antisommergibili Dynamic Manta 2024 militarizzando il mare Ionio, mentre si continua ad impedire l'approdo alle navi umanitarie, ostacolando così i soccorsi in mare dei migranti".

https://www.sicilialibertaria.it/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center