A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ _The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours | of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021 | of 2022 | of 2023

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) Brazil, UNIPA: L'avventura golpista bolsonarista e il rafforzamento dello Stato! (ca, de, en, pt, tr)[traduzione automatica]

Date Fri, 20 Jan 2023 10:00:45 +0200


Oggi il Brasile ha vissuto un'avventura golpista. Articolata dalla base sociale di Bolsonaro/PL, fuggito negli Stati Uniti prima della fine del suo mandato. L'azione, coordinata da gruppi che già occupavano le porte delle caserme da quando Bolsonaro perse le elezioni borghesi, era già stata pubblicizzata da qualche giorno. Possiamo osservare la facilità con cui i bolsonaristi sono entrati nelle sedi dei tre poteri della Repubblica. In molti video vediamo agenti di polizia che guidano i bolsonaristi sulla spianata e facilitano le loro azioni. ---- Ben diversa dalle manifestazioni popolari, che anche con immensa forza popolare, come il 17 giugno 2013 a Brasilia, dove anche con 40mila persone in piazza, gli insorti della rivolta popolare, non sono riusciti a entrare negli edifici e sono rimasti scioccati dal violenza della polizia. Pertanto, è importante dissociare la violenza conservatrice di destra dal 2016 dall'insurrezione popolare antisistemica della rivolta del giugno 2013.

Dagli Stati Uniti, Bolsonaro e il suo ex ministro e segretario alla sicurezza per il DF, Anderson Torres/União Brasil, hanno assistito all'azione della loro base sociale, gonfiata dalla loro narrativa violenta e antipopolare.

Nel campo della sinistra, dal riformismo rinnovato a quello degenerato[i], la proposta è, in misura maggiore o minore, la difesa dello Stato repressivo, astraendo dalle varie forme di formazione di questo bolsonarismo, laddove queste debbano proprio essere combattuta.

La narrativa "terrorista" della sinistra riformista è pericolosa e tende ad attaccare chiunque metta in discussione l'ordine prevalente, di destra e di sinistra. Quindi, è una narrazione che oggi attacca la destra, ma presto si rivolterà contro il popolo in lotta.

Abbiamo individuato alcuni possibili scenari: 1) rafforzare la repressione di ogni manifestazione combattiva. Includiamo lì lo sciopero dei corrieri delle app, previsto per il 25/01, e che è già stato attaccato da lulisti e petistas; 2) mantenimento delle mobilitazioni di estrema destra. La repressione, se non disgrega l'organizzazione, può dare maggiore unità interna e portare parte della militanza a una maggiore radicalizzazione; 3) con la fuga della leadership carismatica, si apre un vuoto di leadership nell'estrema destra, che può essere colmato da nuovi leader regionali, che non sono ancora riusciti a costruirsi come leadership nazionale; 4) la possibilità che questa destra possa costruire un partito centralizzato, che dia unità e comando a questa base violenta.

I compiti per le persone rimangono gli stessi da noi indicati. Come abbiamo affermato nel Comunicato 79:

1) riprendere e rafforzare le istanze fondamentali di lotta e di organizzazione della classe operaia, quali assemblee, comizi, agitazioni, propaganda, proteste, scioperi e reti di solidarietà in vista della costruzione del FOB e del congresso popolare;

2) combattere il protofascismo nei settori più diffusi e disorganizzati del popolo e l'ideologia lulista nel movimento sindacale popolare: tali lotte devono coniugare le lotte per rivendicazioni immediate e concrete e la lotta ideologica in difesa dell'indipendenza di classe, lo sciopero generale e il boicottaggio elettorale. Il lulismo e il bolsonarismo sono due forme storiche di negazione della capacità politica autonoma della classe operaia, quindi, il principio di indipendenza di classe senza una lotta ideologica chiaramente definita contro queste due tendenze non è altro che una vuota fraseologia, e questa lotta ideologica produrrà più effetto all'interno di movimenti rivendicativi reali;

Annunci

SEGNALA QUESTO ANNUNCIO

3) costruzione e rafforzamento di nuovi strumenti di lotta del proletariato e dei popoli (sotto la strategia del sindacalismo rivoluzionario), quali movimenti e sindacati autonomi, opposizioni combattive, gruppi di mutuo sostegno, assemblee popolari, cooperative, ecc.;

4) lo sviluppo di una linea di massa rivoluzionaria che articola il compito di opposizione alle burocrazie e all'organizzazione autonoma delle masse, cioè che abbia flessibilità tattica per contestare il corso delle lotte come opposizione e come movimenti indipendenti

[i]https://uniaoanarquista.wordpress.com/2023/01/07/as-eleicoes-burguesas-e-a-violencia-de-classe-nao-temos-uma-democracia-a-defender-mas-uma-tyrania -da-combattere/#_ftn14

https://uniaoanarquista.wordpress.com/2023/01/09/a-aventura-golpista-bolsonarista-e-o-reforco-do-estado/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe https://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center