A - I n f o s

a multi-lingual news service by, for, and about anarchists **
News in all languages
Last 40 posts (Homepage) Last two weeks' posts Our archives of old posts

The last 100 posts, according to language
Greek_ 中文 Chinese_ Castellano_ Catalan_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_ _The.Supplement

The First Few Lines of The Last 10 posts in:
Castellano_ Deutsch_ Nederlands_ English_ Français_ Italiano_ Polski_ Português_ Russkyi_ Suomi_ Svenska_ Türkçe_
First few lines of all posts of last 24 hours | of past 30 days | of 2002 | of 2003 | of 2004 | of 2005 | of 2006 | of 2007 | of 2008 | of 2009 | of 2010 | of 2011 | of 2012 | of 2013 | of 2014 | of 2015 | of 2016 | of 2017 | of 2018 | of 2019 | of 2020 | of 2021

Syndication Of A-Infos - including RDF - How to Syndicate A-Infos
Subscribe to the a-infos newsgroups

(it) Viennese workers' syndicate: Chiama per un aiuto reciproco! - Sostieni gli anarchici afgani locali! (ca, de, en, pt)[traduzione automatica]

Date Wed, 25 Aug 2021 10:20:13 +0300


Il WAS partecipa alla campagna internazionale dei nostri compagni pakistani per portare in salvo gli anarchici dall'Afghanistan. Il modo migliore per mostrare solidarietà con il denaro in questo momento è dall'Europa. Chiediamo quindi che quanto più possibile venga inviato in Pakistan e coordiniamo il trasferimento a Peshawar, poiché siamo in contatto diretto con il sindacato lì tramite l'IAA (International Workers' Association). Ecco l'intera storia. ---- I nostri nuovi compagni dell'Iniziativa per la Solidarietà dei Lavoratori WSI sono attivi in Pakistan da oltre due anni . Questo giovane sindacato anarco-sindacalistaè cresciuta notevolmente ed è attualmente attiva in dieci città pakistane. Ci sono attualmente sindacati stabiliti a Karachi, Islamabad, Lahore e Peshawar. Questo è il motivo per cui recentemente la WSI è apparsa sempre di più come la "Federazione della Solidarietà dei Lavoratori" WSF. Ha in programma di cambiare il suo status di "Amici della IAA" in adesione a pieno titolo l'anno prossimo, come abbiamo fatto quest'anno, e farà domanda per entrare a far parte della nostra federazione sindacale mondiale come sezione.

WSI / WSF
Lo stato multietnico del Pakistan e la situazione a Peshawar

Il sindacato di Peshawar, nella regione di confine nord-occidentale con l'Afghanistan, ha contatti diretti con gli anarchici afgani. Ciò non sorprende, dal momento che la lingua è la stessa e nella regione ci sono già circa tre milioni di profughi afgani. Peshawar è una città da due milioni come Vienna. Purtroppo è anche l'area dove sono attivi la maggior parte dei fondamentalisti islamici. La zona è considerata una ritirata per i talebani, e il sostegno dell'esercito pachistano e dei servizi segreti ai clericali fascisti afghani dovrebbe ormai essere ben noto. Tuttavia, il sindacato locale cerca di far conoscere meglio il socialismo libero dal dominio e di organizzarsi con molti lavoratori. Nelle circostanze più avverse del momento, come si può immaginare.

La situazione attuale e gli obiettivi

Il sindacato di Peshawar ora vuole portare i compagni fuori dall'Afghanistan il prima possibile. Sì, avete letto bene, queste sono tutte donne! Il primo obiettivo è portarli in Pakistan il prima possibile, anche prima che il governo talebano possa consolidarsi. Le donne anarchiche sono attualmente bloccate in Afghanistan e la loro situazione deve essere considerata tendenzialmente pericolosa per la vita. Il prima possibile, dovrebbero lasciare l'Afghanistan. Di conseguenza, vogliamo consentire loro di vivere nella regione e anche rimuoverli permanentemente dall'accesso e dal pericolo dei talebani. Anche questo costa un sacco di soldi. È un gruppo gestibile di donne che sono tutte conosciute personalmente. Per noi è importante sottolineare che perché è un mutuo aiuto diretto nel senso più originale di solidarietà operaia. Non stiamo parlando di una vaga "campagna di donazioni" o di una impersonale campagna di beneficenza, ma piuttosto di un'azione diretta dei nostri compagni che vogliono tirare fuori la loro gente e salvarla!

Un secondo obiettivo, se ci sono ancora soldi, è sostenere gli hacker che già vivono nella regione e che sono arrivati come rifugiati dall'Afghanistan. Questi non sono membri del WSI/WSF, ma lavoratori che devono vivere in condizioni di estrema povertà. Tutti sono anti-talebani e l'obiettivo non è lasciare il campo ai fondamentalisti della zona, ma supportare direttamente gli hacker.

Situazione e sistema di coordinate finanziarie

La vita in Pakistan costa per i semplici/poveri da 120 euro al mese e naso. Il reddito per i lavoratori a basso costo parte da 100 euro al mese. Al supermercato un litro di latte costa 0,6 euro, il pane 0,5 euro. È probabile che il fattore di potere d'acquisto sia 1: 5 rispetto all'Austria in molte aree. Un euro porta in loco almeno cinque volte tanto quanto in Austria. Ma; puoi fare molto con pochi soldi, purché si tratti semplicemente di continuare ad esistere. La valutazione è che con 50 euro un lavoratore può garantire la sopravvivenza per un mese.

Il suo mit da Marie

Quindi abbiamo deciso di inviare la richiesta di denaro WSI / WSF in Pakistan, non solo per sostenere WAS e donare quanto più possibile noi stessi, ma anche per richiederla pubblicamente e chiedere un contributo a voi - il pubblico interessato. Ci sono diverse ragioni per questo. Da un lato, vogliamo impressionare un'unione che non è ancora esistita con un fulgido esempio!D'altra parte, nelle aree non modellate dall'Occidente, è particolarmente importante rafforzare strutture libere da dominazioni. Gli anarchici in Afghanistan e Pakistan sono davvero fondamentalmente molto notevoli e possono servire da modello per altre persone oppresse del Sud del mondo e con esperienza di oppressione imperialista, e avvicinare i vantaggi dell'anarco-sindacalismo. Pensiamo oltre

Essendo in contatto diretto con Peshawar, coordiniamo il trasferimento per l'area di lingua tedesca. Raccogliamo i soldi e ci assicuriamo che arrivino in Pakistan. Per questo possiamo contare su una rete affidabile nell'Associazione Internazionale dei Lavoratori. In questi giorni abbiamo anche avuto una telefonata dettagliata con i compagni australiani che sono molto approfonditi sulla questione e hanno già stabilito un metodo sicuro per trasferire denaro. L'obiettivo è tenere sotto controllo il sindacato locale e non attirare l'attenzione delle autorità o degli islamisti locali con grandi quantità. Ad esempio, alcune banche occidentali devono sempre segnalare i trasferimenti in Pakistan alle autorità, che poi fanno "indagini antiterrorismo". Che presa in giro

Tuttavia, al momento ci stiamo occupando anche delle opzioni di trasferimento diretto, poiché vogliamo mantenere le commissioni il più basse possibile e siamo riluttanti a inviare denaro in tutto il mondo.

E come?

Ti proponiamo per Vienna di dare contanti direttamente al membro del sindacato di cui ti fidi. Siete inoltre invitati a partecipare a qualsiasi riunione aperta. Ogni sabato dalle 18:00 alle 19:00 a Ottakring. Se sei fuori, contattaci via e-mail o telefono e ti diremo come organizziamo la consegna del denaro. È disponibile anche un conto SEPA. Oppure puoi inviarci una lettera (anonima) con contanti alla vecchia maniera.

I compagni francesi della CNT-AIT hanno anche creato una tipica "opzione di clic su Internet", che possiamo anche dirti se necessario. Tuttavia, lo sconsigliamo, da un lato per motivi di protezione dei dati, dall'altro a causa di brutte esperienze con denaro che poi non viene rilasciato. Inoltre, le tasse sono esorbitanti e oltraggiose, e vogliamo rendere la vita più facile agli anarchici afgani, non alle corporazioni americane!

Poi?

Continueremo ad essere in contatto diretto con il WSI/WSF in futuro e cercheremo di pubblicare aggiornamenti e notizie per quanto la situazione della sicurezza lo consentirà. In linea di principio, tuttavia, preferiremmo raggiungere anche in Austria un livello di organizzazione che non necessiti nemmeno di tali bandi pubblici. Una federazione che possa semplicemente trasferire essa stessa un contributo adeguato e che non avrebbe bisogno di alcun "marketing" o "economia dell'attenzione nello spettacolo di sinistra". Dove tutti naturalmente lavorano insieme come classe operaia secondo un punto di vista puramente solidale.

Riguardo a questo pio desiderio, possiamo ancora imparare molto dal WSI/WSF, che sta progredendo in circostanze molto più violente ed è cresciuto notevolmente in pochissimo tempo. Per non parlare delle compagne afgane, che in realtà parlano della vita.

Ma prima portiamoli fuori insieme, e poi guarderemo oltre.

Sentiti libero di diffondere questo appello su tutti i canali.
-
WAS-IAA
Sindacato dei lavoratori di Vienna,
sezione austriaca dell'Associazione internazionale dei lavoratori,
sindacato per i lavoratori di tutte le professioni e altri sfruttati!
Internet: https://wiensyndikat.wordpress.com
E-mail: wien.syndikat@wiensyndikat Tel.: 0664/874 34 34
Indirizzo postale: WAS, Stiftgasse 8, 1070 Vienna

https://wiensyndikat.wordpress.com/2021/08/21/aufruf-zur-gegenseitigen-hilfe/
________________________________________
A - I n f o s Notiziario Fatto Dagli Anarchici
Per, gli, sugli anarchici
Send news reports to A-infos-it mailing list
A-infos-it@ainfos.ca
Subscribe/Unsubscribe http://ainfos.ca/mailman/listinfo/a-infos-it
Archive http://ainfos.ca/it
A-Infos Information Center